L’aperitivo: storia di una lunga tradizione…

L’aperitivo ormai, soprattutto a Milano, è diventato un rito a cui nessuno può rinunciare. Al calar del sole non c’è niente di meglio che sorseggiare insieme agli amici un bicchierino di vino accompagnato da qualche stuzzichino. Anche se può sembrare un’usanza molto attuale, perché sembra non passare mai di moda, l’aperitivo ha origini antichissime; vediamo insieme un po’ di storia.

Non ci crederete ma già nel V secolo a.C., nell’antica Grecia, Ippocrate creò una bevanda a base di vino aromatizzato con assenzio altre erbe. Essa nacque inizialmente come medicinale per curare l’inappetenza ma ben presto, con la diffusione della ricetta, divenne di uso sempre più comune.

Esattamente nel 1796, nella città di Torino, fu Antonio Benedetto Carpano che, nella sua bottega di vino e liquori, inventò il vermut aggiungendo del vino bianco ad un infuso composto di oltre 30 varietà di erbe e spezie e addolcendo tutto con dell’alcol. Anche questa bevanda non tardò a diffondersi tra il popolo al punto che il distillatore piemontese dovette tenere la bottega aperta 24h su 24h.

Le tappe successive vedono: l’inaugurazione, nel 1815 nella città di Milano, dell’era dell’aperitivo a base di alcol non vinoso da parte di Ramazzotti, la fondazione della Distilleria nazionale di spirito di vino all’uso di Francia (1842) e la fondazione, nel 1862 da parte dei soci Alessandro MartiniLuigi Rossi Teofilo Sola, della Martini & Rossi, che lancia l’era dell’aperitivo a base di Moscato di Canelli, melissa, fina, noce moscata, cannella, zucchero e altre spezie. Nello stesso anno, viene inventato il bitter da Gaspare Campari.

Arriviamo così, verso la fine dell’800, alla nascita dei veri e propri cocktail diffusi tutt’oggi. Il primo che spopola è sicuramente l’Americano, seguito dal Negroni che viene proposto per la prima volta a Firenze, nello storico bar Casoni.

In tutta la penisola si diffonde così questa abitudine ed ogni regione la impreziosisce sfruttando i prodotti della propria zona. Oggi possiamo dire di avere un’ampia scelta in tutti i migliori bar: cocktail di ogni tipo, amari, distillati e gli immancabili vini: rosso, bianco o bollicine sono tutti perfetti per un aperitivo con i fiocchi!

Anche il Baretto non si fa mancare niente: dalle 18.00 in poi propone un piccolo buffet per accompagnare i vostri drink e l’atmosfera che si crea è davvero unica! Cosa c’è di meglio che sorseggiare qualcosa che ci piace durante le ore migliori della giornata, l’aperitivo: il momento cui puoi decidere se terminare la giornata con il calar del sole o cominciarne una nuova con l’arrivo della notte.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...